– 2011 –

“se ti addormenti sotto alla neve
non la senti la morte che arriva…”

Una coppia, una famiglia, un nipote e un nonno sono i protagonisti di questa “commedia nera” nella quale nessuno è salvo. Crudele e grottesco. Divertente e osceno. Perché è proprio della vita l’intreccio tra l’odio feroce e una torta.

Testo finalista al “Premio Hystrio per la Nuova Drammaturgia 2011″, lo spettacolo esplora i nuovi vizi capitali della nostra società (sociopatia, spudoratezza, conformismo, consumismo, sessomania, nichilismo, culto del vuoto), le sue deformazioni individuali e collettive, le tendenze incontrollabili, spesso disastrose, che dietro l’apparente normalità degli uomini e del loro vivere quotidiano, celano lo scenario inquietante di una società alla deriva.

 


 

drammaturgia
Gabriele Di Luca

regia
Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi

interpreti
Gabriele Di Luca, Giulia Maulucci, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi

 


 

scene e foto
Claire Pasquier

musiche originali
Massimiliano Setti

luci
Diego Sacchi

organizzazione
Luisa Supino

grafica
Giacomo Trivellini

produzione
Carrozzeria Orfeo/Centro RAT-Teatro dell’Acquario

co-prodotto da
Kilowatt Festival

col sostegno di
Teatro Stabile del Veneto

in collaborazione con
Regione Toscana-Progetto Filigrane e Centro Culturale Il Funaro di Pistoia con il sostegno di La Corte Ospitale, Amat/Teatro Rossini di Pesaro, Nottenera Comunità_Linguaggi_Territorio, Ar[t]cevia International Art Festival

Si ringrazia Associazione Laboratorio Creativo – Angelo Zilio, Supino srl.